La fattoria dei libri

Flannery O’Connor diceva che un buon insegnante è quello in grado di prevenire un bestseller. Da oggi in Italia c’è una libreria apposta per quello. Si chiama Internet SlowbookFarm e vende solo libri di qualità, per dare spazio a quegli editori che investono sulla ricerca letteraria invece che sui grandi numeri. Nasce sul modello del “farm market” per scavalcare le logiche della grande distribuzione e le sue parole d’ordine sono “no bestseller, no instant book, no print on demand”.


Il progetto è nato su iniziativa di Alberto Casadei, Andrea Cortellessa e Guido Mazzoni, che nel 2009 avevano inaugurato le classifiche di qualità al Pordenonelegge. Ora è diventato un bookstore online che oltre a fare da mediazione tra i piccoli editori e il pubblico, funziona anche da piattaforma di orientamento e discussione per i lettori. Tra i primi libri recensiti di questa settimana ci sono “Il libro delle fantasticazioni” di Ermanno Cavazzoni, “Conglomerati” di Andrea Zanzotto e “Nero sonetto solubile” di Valerio Magrelli. Dal 17 marzo partirà anche la sezione “Farm market”, il cuore del progetto:

“Il Farm market è la sezione del sito Isbf che anima l’intero progetto librario e che ospita, per la prima volta in Italia, una vetrina con il fiore delle pubblicazioni della piccola e media editoria di ricerca. Vi si trova selezionata una rosa di Editori con cui stabilire un rapporto commerciale il più diretto e trasparente possibile, mutuato sul modello dei farm market di prodotti biologici e delle economie di rete.

All’interno del Farm market sono ammessi solo quegli Editori medi e piccoli che non accettano di pubblicare libri di narrativa a pagamento. Gli Editori selezionati offrono la disponibilità di un numero scelto e limitato di titoli del proprio catalogo. Il criterio di questa selezione è autovalutativo, ma deve rispecchiare il nostro: la qualità. La direzione di Isbf si riserva di scegliere il fiore di questa selezione per proporla al pubblico nella vetrina del Farm market, rinnovata ogni settimana in base al tema di volta in volta individuato dalla direzione.

Il rapporto paritario con i piccoli e medi editori farà di Isbf molto di più che un semplice e-store: sarà un vero e proprio polo di informazione sulle novità librarie italiane di qualità, attraverso file pdf con assaggi del libro, interviste agli autori, notizie e resoconti di presentazioni presso librerie ecc. Isbf coniugherà dinamicamente il negozio e il caffè letterario, il blog e la rivista, il club letterario e la libreria di fiducia”.

Non male come antidoto contro le top ten.

Advertisements

One thought on “La fattoria dei libri

  1. idea interessante, bisognerebbe però declinarla anche in modo da avvicinare nuove persone al mondo della lettura. altrimenti resteremo in 4 su 100 a leggere libri in italia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s